MENU

Leveraggio Boma

Per eliminare le scotte

Dovendo pensare un veicolo autonomo ed altamente affidabile è stato deciso di eliminare le classiche scotte per la regolazione del boma sostituendole con un leveraggio ed un azionamento lineare.


Sarebbe stato molto più difficoltoso, elettronicamente e meccanicamente, cazzare o lascare gli organi velici avendo la certezza di non intrigare le scotte con i classici metodi, sia navali che analoghi a modelli RC, e quindi effettuare tali regolazioni in presenza di forze o coppie sulle scotte in modo da non intrigare le scotte.


Come è possibile osservare in Figura l’azionamento lineare da 1500N 12V 1A effettua una leva su di un albero pieno di 20mm di diametro fermato con boccole di derlin di spessore 9mm. Il suo moto lineare viene tradotto in una rotazione del boma estremamente solida e come l’azionamento già bloccata consentendo di non consumare energia quando non è in movimento.


In bianco è possibile osservare una delle componendi di supporto che saranno stampate in 3D tramite la prototipazione rapida e che vincolano l’encoder assoluto alla rotazione del boma con l’ausilio di una cinghia dentata.


La struttura tubulare nera sostiene abbondantemente tutte le forze e potrà essere regolata in posizione tramite i fori di fissaggio. L’ulteriore regolazione del Fiocco con un rimando effettuato nel medesimo modo è in fase di valutazione in quanto migliorerebbe la navigazione in alcune andature, ma complicherebbe la chiusura degli organi velici.


Una scelta di progettazione interessante è quella di NON far coincidere il centro di rotazione del boma con l’albero e come ogni scelta ha dei vantaggi ed alcuni svantaggi.


Il principale vantaggio è che consente la regolazione della tensione della randa senza altri meccanismi elettromeccanici. Per l’andatura di bolina la randa avrà la tensione massima, come è visibile osservare nella figura rappresentativa. Lo svantaggio di tale metodo è che non avendo come rinforzo l’albero si avranno coppie molto grandi sull’alberino del boma. Sarebbe impensabile l’utilizzo di questa soluzione per barche a vela di normali dimensioni, mentre per piccole derive RC potrebbe essere una scelta adottabile.


Pertanto è possibile osservare principale, di fronte all’alberino del boma, la sede dell’albero in carbonio che sarà possibile regolare in distanza dal centro di rotazione del leveraggio rappresentata dalla variabile D.


Attualmente stiamo attendendo i pezzi meccanici per realizzare questo leveraggio.